News & Ideas

Twitter ads per le PMI: il nuovo strumento per la pubblicità su Twitter, finalmente in Italia

Visual articolo Twitter Ads

Il 4 settembre, Twitter rende disponibili gli strumenti di advertising per le PMI attraverso un annuncio sul blog ufficiale. La piattaforma di Twitter Ads era stata lanciata negli Stati Uniti l’anno scorso, e solo adesso è stata resa disponibile in Italia.

Questo significa che da oggi, una PMI (o chiunque possegga un account Twitter e una carta di credito) può fare pubblicità sul social network, senza vincoli di budget e in completa autonomia. Si tratta di un’ottima notizia per tutte quelle imprese, brand, start up che vogliono ampliare il proprio pubblico su Twitter o diffondere maggiormente i propri tweet. Finora, infatti, la pubblicità su Twitter era uno strumento elitario perché i costi alti per sostenere una campagna non permettevano a tutti di poter investire su Twitter.

account twitter ads

Ma cosa si può fare con lo strumento di advertising Twitter per le PMI? Le possibilità sono molte e consentono di scegliere il tipo di pubblicità più adatto al piano di comunicazione e marketing, permettendo così di investire solo negli strumenti che consentono di raggiungere i propri obiettivi, massimizzando l’investimento e il ROI (Return On Investment). Vediamo nel dettaglio quali tipologie di sponsorizzazione sono attive su Twitter Ads.

Account sponsorizzati Twitter offre la possibilità di raggiungere più utenti (dunque anche chi non è ancora un nostro follower), aumentando così la propria community e trovando nuovi sostenitori. Ecco un’esempio di account sponsorizzato, in questo caso PayPal:

twitter accoun sponsorizzato

Tweet sponsorizzati Consente di pubblicizzare uno o più tweet, ampliandone la visibilità a un pubblico composto da potenziali followers. Ecco l’esempio di un tweet sponsorizzato (Twitter Ads Italia):

twitter tweet sponsorizzato

Tendenze sponsorizzate Twitter permette di creare una tendenza che sarà sponsorizzata nei Trend in prima posizione. Questo strumento pubblicitario è utile nel caso di eventi, lanci di prodotti o annunci importanti. Eccone un esempio, sempre da Twitter Ads Italia: twitter tendenze sponsorizzate

Campagna per App Download o per interazioni con l’App: consente di aumentare il numero di download di un’applicazione mobile o di incrementare le interazioni con essa (in quest’ultimo caso è utile per stimolare l’uso dell’app da parte di chi l’ha scaricata, ma non la sta usando).

Lead su Twitter: consente di raccogliere le email delle persone interessate all’offerta proposta. Questo tipo di campagna non richiede l’inserimento di dati da parte dell’utente, perché con un clic egli dà l’indirizzo email con il quale si è iscritto a Twitter, senza doverlo riscrivere. Questo tipo di campagna è utile, per esempio, alla creazione di liste di email per l’invio delle newsletter.

Le opzioni di targeting messe a disposizione sono molte e ricalcano un po’ il modello di altre piattaforme di pubblicità online come Google Adwords e Facebook Advertising. È possibile, infatti, scegliere il pubblico per parola chiave, interessi, area geografica, sesso, lingua, dispositivo usato o similitudine rispetto ai propri followers. Abbiamo notato finora una differenza importante tra Facebook e Twitter nel targeting geografico: Twitter consente di targetizzare gli utenti anche per Regioni, oltre che per Città e Stato. Facebook, invece, non considera le Regioni tra le opzioni di targeting, ma solo le Città e lo Stato.

Infine Twitter offre la possibilità di monitorare l’andamento delle pubblicità fornendo statistiche sulle metriche specifiche delle sponsorizzazioni (Retweet, nuovi followers, menzioni, copertura…) e sulle caratteristiche dei followers, per scoprire nuove informazioni sul proprio pubblico. Il budget totale e l’offerta possono essere decisi sulla base del proprio investimento, senza vincoli o costi aggiuntivi. In conclusione, il nuovo sistema di pubblicità su Twitter sembra essere un utile strumento per le PMI o per tutti coloro che vogliono raggiungere un pubblico più vasto su questo social network. Non ci resta che provarlo e testare tutte le sue funzionalità… ma questo ve lo racconteremo nei prossimi articoli.

Ti interessa e vuoi saperne di più?

Richiedi maggiori informazioni

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someone
Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.