×

A causa dell'emergenza Coronavirus, stiamo lavorando in remoto e l'attività prosegue regolarmente, come prima, meglio di prima.
Per comunicazioni vi preghiamo di scrivere ad agenzia@antartika.it, lasciando i vostri recapiti. Vi ricontatteremo nel giro di poco.

News & Ideas

Emoji e Facebook Ads: l’accoppiata perfetta per migliorare i tuoi risultati.

Sempre più utenti utilizzano ogni giorno gli emoji nelle loro conversazioni online.
Ma, escludendo i brand più conosciuti, il numero delle piccole aziende che ha preso in considerazione l’uso di emoji nella loro marketing strategy è decisamente molto basso.

Perché questa discrepanza? Davvero gli emoji sono poco utili al business delle piccole aziende o sono quest’ultime che non sanno sfruttare fino in fondo questo trend?

Prima di proporle ai nostri clienti, abbiamo voluto verificare la loro utilità ed efficacia eseguendo degli A/B test su Facebook per la nostra comunicazione interna.

Per la ricerca di una figura SEO / SEM Specialist Junior da inserire in agenzia, abbiamo sfruttato le Campagne Facebook Ads per sponsorizzare la nostra ricerca.

Ecco i due banner che abbiamo preparato:

Screenshot Facebook Ads uso Emoji

Tutti gli elementi sono identici eccetto per la presenza degli emoji che compaiono nell’headline del primo post.

Il riscontro è stato una netta preferenza verso il post con emoji che ha ottenuto, rispetto all’altro:

  • un CTR (click-through rate ) più alto: 1,34% contro 1,26%
  • un costo/click più basso del 20%
  • un numero di click più alto del 25%

Alla luce di questo e altri A/B test simili abbiamo deciso di incrementare l’uso degli emoji nelle Facebook Ads dei nostri clienti, ottenendo ottimi riscontri.

Va ricordato che ogni brand ed inserzione fa storia a sè e che per ottenere risultati non è sufficiente l’utilizzo di qualche emoticon ma è necessario capire come sfruttare al meglio questo strumento in funzione dell’obiettivo.

Nel nostro esempio, abbiamo scelto gli emoji per la loro capacità di rendere la comunicazione più ironica e giocosa. Dal momento che il nostro obiettivo non era solo di informare della posizione aperta ma anche di trasmettere il clima interno della nostra agenzia, abbiamo cercato di usarle in modo tale da rendere l’headline più simpatica e frizzante possibile.

“A.A.A. cercasi” richiama volutamente il testo del tormentone “Occidentali’s Karma” di Francesco Gabbani che, nel periodo di sponsorizzazione del post, era in vetta alle classifiche e continuamente passato in radio. In questo caso, una nota musicale ed una scimmia sono stati sufficienti per fare la differenza e rendere chiaro il riferimento.

Ti sei già chiesto quali possono essere gli emoji più in target con la tua azienda? Testali subito per vedere come possono dare una marcia in più alle tue Facebook Ads.

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

Iscriviti alla nostra newsletter

    Acconsento al trattamento dei miei dati in accordo alla vostra informativa privacy *