News & Ideas

Google Data Studio: cos’è e perché devi iniziare ad usarlo oggi

google-data-studio

Ti è mai capitato di avere difficoltà nel trovare i dati di cui hai bisogno all’interno di piattaforme come Google Analytics e Google Ads? O di chiederti come fare per presentarli in modo semplice ed intuitivo ai tuoi clienti?
Se la risposta è sì, puoi smettere di preoccuparti: Google Data Studio è una soluzione dalle grandi potenzialità che agevolerà notevolmente il tuo lavoro. Vediamo insieme come.

Cos’è Google Data Studio?

Google Data Studio è un utilissimo tool gratuito di Data Visualization. Collegandosi a diversi data entry (origini di dati) come Google Analytics, Google Ads o Google Search Console, questo strumento permette di importare ed utilizzare i loro dati per creare dei report completamente personalizzati, dinamici ed interattivi.

Possiamo scegliere la modalità di rappresentazione dei dati che meglio risponde alle nostre esigenze (es. tabelle, grafici a torta, istogrammi, grafici lineari, ecc.) ed inserire immagini e testi con font e colori personalizzabili.

Inoltre, possiamo condividere con altri utenti i report creati, come qualsiasi documento di Google Drive.

google-data-studio-report

Perché usare Google Data Studio?

1. Un unico posto per tutti i nostri dati

Un primo motivo per usare Google Data Studio? Sicuramente la possibilità di raccogliere e confrontare in un unico posto i dati provenienti da più piattaforme.

Ad esempio, integrando il tool con Google Ads e Google Analytics, possiamo consultare contemporaneamente i dati relativi all’andamento delle nostre campagne e quelli relativi al comportamento degli utenti che hanno cliccato sugli annunci e hanno visitato la nostra landing page.

2. Dati facilmente comprensibili

Presentando un’enorme quantità di dati, strumenti come Google Analytics a volte possono rendere difficile reperire rapidamente le informazioni che ci interessano.
Con Google Data Studio possiamo impostare un report che presenti immediatamente tutti i dati di cui abbiamo bisogno e che li restituisca nella modalità di visualizzazione che preferiamo.

3. Report dinamici e interattivi

Oltre a report relativi ad un intervallo di tempo fisso, tramite Google Data Studio possiamo creare report dinamici che si aggiornano automaticamente sulla base del periodo selezionato (es. “ultimi 7 giorni”, “ultimi 30 giorni”, ecc.).

È inoltre possibile ottenere dei report interattivi in cui l’utente può modificare il periodo di riferimento tramite un selettore di date: modificando l’intervallo di tempo, tutti i dati dei grafici e delle tabelle verranno aggiornati automaticamente.
In questo modo, ti basterà impostare il report un’unica volta invece di generare un nuovo documento periodicamente.

4. Condivisione con il cliente e con i collaboratori

Come Google Drive, anche Google Data Studio permette di condividere i documenti creati con altri utenti: è così possibile collaborare in gruppo alla stesura di un report e condividerlo direttamente con il cliente.

5. Template già pronti

Pur dando la possibilità di personalizzare al massimo i propri report, Google Data Studio propone anche una serie di template pronti per essere utilizzati. Alcuni di questi sono già studiati per le diverse origini di dati (es. Google Ads, Google Search Console).

google-data-studio-report-search-console

google-data-studio-report-google-ads

Pronto a creare dei report efficaci ed accattivanti? Guarda i video tutorial offerti da Google e inizia ad utilizzare Google Data Studio per analizzare i risultati delle tue attività di web marketing.

Condividi
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on TumblrEmail this to someone
Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.