×

A causa dell'emergenza Coronavirus, stiamo lavorando in remoto e l'attività prosegue regolarmente, come prima, meglio di prima.
Per comunicazioni vi preghiamo di scrivere ad agenzia@antartika.it, lasciando i vostri recapiti. Vi ricontatteremo nel giro di poco.

News & Ideas

iOS 14.5 e Facebook Ads: cosa sta succedendo? Una spiegazione facile

Già da qualche mese si parla molto dell’ultimo aggiornamento iOS 14.5 come di qualcosa che avrebbe rivoluzionato in modo imprevedibile e permanente le attività di Social ADV, in particolare Facebook Ads.

Ma che cos’è iOS 14.5, che effetti sta avendo sulle Facebook Ads, e cosa accadrà in futuro? Vediamolo insieme.

Cos’è iOS 14.5

iOS 14.5 è l’ultimo aggiornamento dei dispositivi mobili Apple – iPhone e iPad – disponibile agli utenti dal 20 aprile 2021. Ma cos’ha di speciale questo aggiornamento? Perché è diverso dagli altri?

Questo aggiornamento è diverso perché per la prima volta rende possibile per gli utenti vietare il tracciamento delle loro azioni nelle app, tra cui Facebook. Queste azioni comprendono: visite di pagine, visualizzazioni di specifici prodotti, aggiunte al carrello, acquisti effettuati, e molte altre. Tutto ciò che viene fatto online di norma viene “registrato” dalle varie app: con l’aggiornamento iOS 14.5 dei dispositivi mobili Apple è possibile impedire questa “registrazione”.

Ma perché questo interessa tanto a Facebook?

Facebook, come tutti i social media, per fornire il suo servizio si basa sulle preferenze e sui gusti degli utenti.

Come fa Facebook a conoscere gusti e preferenze degli utenti? Tracciando quello che facciamo: i post a cui mettiamo “mi piace”, i video che guardiamo, i prodotti che commentiamo, eccetera. Con queste informazioni, Facebook può continuare a proporre contenuti interessanti per noi, studiati in base alle nostre preferenze.

Questo vale sia per i contenuti organici (non a pagamento) sia per le inserzioni a pagamento: Facebook ci mostra i contenuti sponsorizzati che ritiene siano di valore per noi in base ai nostri comportamenti precedenti.

In che modo iOS 14.5 ha effetto sulle Facebook Ads

Se la possibilità di tracciare questi comportamenti viene meno, Facebook rischia di avere qualche difficoltà nel capire a quali utenti mostrare i contenuti più interessanti.

Facebook ha quindi comunicato a tutti gli advertiser che questi cambiamenti avrebbero avuto effetti imprevedibili, e ha dato dei suggerimenti su come evitare le conseguenze negative nei risultati delle inserzioni.

Alcune delle conseguenze sono:

Il monitoraggio del rendimento delle campagne è meno preciso perché meno conversioni sono attribuite alle inserzioni. Le conversioni comunque avvengono, ma potrebbero essere più difficili da tracciare;
La targetizzazione degli utenti è più difficile, soprattutto il remarketing. Questo potrebbe portare ad avere meno conversioni, in quanto il pubblico di remarketing è in genere quello più performante.

Che soluzione propone Facebook ai “danni” di iOS 14.5?

Facebook, per tenersi al riparo dalla portata massiccia di questo evento, ha suggerito a tutti gli advertiser di utilizzare un nuovo sistema di monitoraggio, gli Eventi Aggregati. Per attivare gli eventi aggregati è necessario verificare il sito web.

Purtroppo questi eventi, pubblicizzati per “risolvere” il problema, altro non sono che proiezioni statistiche dei veri risultati. I veri risultati sono, a tutti gli effetti, perduti in quanto non tracciati a monte.

Proprio in questi giorni stanno arrivando i primi risultati dagli Eventi Aggregati.

Che cosa sta succedendo ora

Da pochissimi giorni è avvenuto il vero cambiamento, con effetti concreti sul Business Manager (lo strumento di gestione delle Facebook Ads).

Ad esempio, sono apparse queste note che indicano che i risultati mostrati non tengono conto degli utenti iOS 14.5 che hanno rifiutato di essere monitorati.
note-ios-14.5-facebook-ads

Ma quanti utenti stanno rifiutando il tracciamento di iOS 14.5?

Secondo le più recenti statistiche effettuate negli Stati Uniti, al momento più del 90% degli utenti che hanno scaricato l’aggiornamento iOS 14.5 ha rifiutato il monitoraggio.

Alcuni advertiser lamentano già un calo dei risultati di determinate campagne, specialmente quelle con obiettivi più “complessi”, come Acquisti e Acquisizione Contatti.

Al momento questo non è il nostro caso: le campagne Facebook Ads che stiamo seguendo per i nostri clienti e che monitoriamo con cadenza giornaliera non hanno finora registrato nessun calo.

Qualora si verificasse qualsiasi rilevante calo di performance informeremo il cliente interessato e ci metteremo al lavoro per ottimizzare le campagne in questo nuovo panorama di Facebook Ads.

Conclusioni

Facebook è un complesso strumento di advertising digitale in continuo aggiornamento. Chi ci lavora quotidianamente sa che almeno una volta settimana c’è qualche novità da scoprire e a cui adeguarsi.

Questi cambiamenti per noi sono la normalità: non ci fanno paura e ci spingono a trovare sempre nuove soluzioni per mantenere alti i risultati, per noi e i nostri clienti.

Ben vengano le nuove sfide: se non avessimo voluto far fronte ai cambiamenti, avremmo scelto un altro lavoro 😀

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un "Mi piace" sulla nostra pagina Facebook.

Iscriviti alla nostra newsletter

    Acconsento al trattamento dei miei dati in accordo alla vostra informativa privacy *